Riciclo di ombrelli e jeans: pochette e wet-bag

Visto che oramai il recupero e riciclo di ombrelli mi riempie di stoffe, m’è balenata l’idea di foderarci le pochette: in questo modo diventano delle wet-bag per i lavabili o pochette adatte a tenerci trucchi e cosmetici!

Come stoffa esterna utilizzo un altro riciclo: i jeans da cui avevo ricavato a suo tempo la borsetta. Ho sempre le gambe a disposizione, no?

Ed ecco la prima pochette, foderata solo di cotone (avanzo di stoffa pure quello)

pochetterossa  pochetterossa2

con una semplice decorazione davanti, zip riciclata da avanzi di nonna e cordino fatto sempre con la stoffa della fodera.

e invece per la wet bag ho pensato ad un sacchettino cicciotto e l’ho foderato con la stoffa degli ombrelli!

wetbagwet bagwet bag

un nastrino di raso in tinta et voilà!

 

Riciclo di ombrelli rotti-la borsa per la spesa

Sempre parlando di riciclo, cosa fare con gli ombrelli rotti? Io ne avevo recuperati due, da amici, entrambi sul verde. Ho deciso di farci una borsetta pieghevole per gli acquisti dell’ultimo minuto.

Innanzitutto ho scucito due spicchi per ombrello e li ho ricuciti fra loro alternandoli di colore e verso

ombrello 1

poi ho unito gli spicchi e il fondo per fare il sacchetto. Con un altro spicchio ho rivestito un avanzo di nastrone bianco ed ho creato la tracolla. Ho applicato un bottone automatico a mo’ di chiusura. Ecco qua!

ombrello 4

 

come vedete avevo usato lo spicchio con il velcro così è possibile richiuderlo e farlo diventare tascabile

ombrello 5

 

Quindi prima di buttare usate un po’ di fantasia! Poi la soddisfazione di avere qualcosa di auto prodotto è sempre bella ;)

Cucito creativo: il coprilibro

Ottima idea regalo per amici/miche appassionati di lettura! Protegge i libri (quelli di carta..avete ancora presente? o siete tutti informatizzati? ;) ) ed è personalizzabile!

Qui l’ho pensato come regalo per un’amica appassionata di astrologia del segno dell’ariete. Non ama molto le stoffe fantasie ed è spesso di nero vestita. Affezionata ai libri cartacei naturalmente!

Ho iniziato scegliendo fra le stoffe che avevo a casa: una nera e l’altra fantasia, ma sobria!   Poi sono andata alla ricerca di nastri “in tinta” e in ultima mi sono azzardata a ricamare il suo simbolo zodiacale….aaaahhh lì mi son scontrata con la stoffa scelta che non ne voleva sapere di essere ricamata a mano, così son passata alle maniere forti ed ho sfoderato la macchina da cucire. Dopo un po’ di prove son riuscita a ricamarlo a punto spugna, ecco il risultato!

IMGP8792 (Copia) IMGP8793 (Copia) IMGP8795 (Copia)

Sacchettini per la coppetta

Come dare un po’ di colore alla propria coppetta mestruale? I sacchetti forniti sono sempre “nature” e mai allegri o originali, ma ecco una ventata di colore. Ottimi anche come idea regalo.

Si possono cucire sacchettini per la coppetta, in varie fantasie e modelli: ecco un esempio

sacchettocoppetta2 sacchetto coppetta

 

A presto foto di altri modelli.

 

per altre info contattatemi a [email protected]

La coppetta mestruale: finirò per fare l’esaltata?

Pure io finisco a parlare della coppetta mestruale! Volevo farlo in modo equilibrato, fornendo a chi si approccia a questo misterioso oggetto una visione meno di parte…ma ahimè finirò pure io nell’universo delle ecoincoppettate!

Della coppetta ne ho cominciato a sentir parlare circa due anni fa, sulla rete, ma mi son decisa solo due mesi fa a comprarla. Tendenzialmente quando mi interesso di qualcosa cerco informazioni sia pro sia contro per farmi un’idea equilibrata, ma per la coppetta sembrava impossibile: o trovavo post di eco-coppetta esaltate o di chi la denigrava senza però averla mai provata. A questo punto ho deciso di provarla in prima persona visto che non trovavo risposte personalizzate.

Ho studiato lungamente la situazione marche-modelli su un utilissimo forum e alla fine ho deciso di comprarla all’ipercoop, marca Si-Bell costo circa 19euro..non avevo voglia di fare ordini on-line!

coppetta mestruale

Nell’affrontare una novità ed un dispositivo quasi medico com’è la coppetta ognuna di noi ha le proprie fisime..insomma smuove gli animi! C’è che ha schifo del proprio sangue, chi non ha dimestichezza del proprio corpo, chi ha timori igienici ecc ecc

Nel mio caso il timore principale riguardava eventuali difficoltà di inserimento-estrazione. Non ho problemi di “schifo” (è tutto parte di me), nè timori igienici (tamponi ed assorbenti non sono sterili). Dopo aver letto tutte le esperienze possibili ho deciso che l’unica era provare, inutile rifiutare in partenza.

E così finii anch’io nel reparto delle coppetta-entusiaste!

Ok torniamo con i piedi per terra e nella mia mentalità scientifica vi elenco i pro e contro

PRO

Nessun odore, nessuna spesa mensile, nessuna spazzatura, nessuna irritazione esterna, niente sudore, niente impacci, nessuna percezione della stessa, il cambio è ogni molte ore (fino a 12), grande capienza (flussi abbondanti), poco ingombro in valigia.

CONTRO

per alcune persone ci vogliono 2 cicli per imparare a metterla e toglierla (non per tutte), bisogna bollirla per sterilizzarla, in alcuni bagni pubblici il cambio può essere disagevole

 

Personalmente credevo di trovare estrema difficoltà nell’inserimento-estrazione, perchè mi conosco e so che se ci si mette la mia testa…invece il silicone è morbido e liscio e c’ho messo 2 minuti! e ve lo dice una che i tamponi li sente, la coppetta non si sente (se messa giusta). Come ogni cosa ci vuole un minimo di pratica, in fondo a suo tempo dovetti farmela anche con gli assorbenti interni. E giusto per non fare l’esaltata, al momento io la utilizzo solo in sostituzione degli interni, perchè sono innamorata dei lavabili, ma quella è un’altra storia ;)

Se vi interessa dare un tocco di colore alla vostra coppetta, posso cucirvi dei simpatici sacchettini

sacchetto coppetta sacchettocoppetta2

 

contattemi a [email protected]

Refashion: la gonna per la mazurka dell’acqua

Ed ecco un refashion tutto brillantinoso! In questi ultimi anni mi son data ai balli, in particolar modo ultimamente ai balli popolari. Di recente sono state organizzate 4 “feste” a tema (ne mancano ancora 2): il tema è sui 4 elementi aria, terra, acqua e fuoco. Stasera c’è l’acqua, meditando su come vestirmi sono finita in un negozio di stoffe della zona con un’amica. Una stoffa tipo retina celeste con paillettes ci ha subito colpito!

IMGP8757 (Copia)

Detto fatto decido di applicarla su una gonna nera presa al mercato anni fa (economicissima).

IMGP8756 (Copia)

 

Per dare più movimento al tutto decido di applicarla al fondo simulando delle onde, irregolari dato il tipo di stoffa ;)

Dopo una serata di santa pazienza e paillettes che girano ovunque per casa ecco il risultato!

IMGP8759 (Copia) IMGP8760 (Copia)